Cronaca

Violenta e minaccia con il coltello la compagna: arrestato 32enne

AMELIA – Ha costretto la compagna, una ternana di 36 anni, ad avere un rapporto con lui sotto la minaccia di un coltello da cucina con la quale l’ha poi ferita al braccio per segnarla, a suo dire. L’ennesimo episodio di una lunga serie di violenze e maltrattamenti ha portato un 32enne di origine calabrese all’arresto.

A far scattare le manette sono stati i carabinieri di Amelia che non più tardi di ieri mattina erano intervenuti a casa della coppia. Accorsi per una lite domestica avevano trovato il solito scenario: una coppia in difficoltà, un bambino costretto ad assistere ai continui litigi. Il comandante della Stazione di Amelia ed il suo vice intervenuti sul posto avevano lasciato la famiglia ricucire gli strappi dopo le raccomandazioni di rito. Poi ieri notte è arrivato l’epilogo: la lite che si è riaccesa, l’aggressione e la violenza fra le mura domestiche. I militari del nucleo radiomobile intervengono su segnalazione di un vicino al 112.

La donna racconta tutto ai militari. L’uomo viene accompagnato in caserma per gli approfondimenti del caso, mentre la sua compagna viene portata all’ospedale di Narni per essere sottoposta alle cure dei sanitari. In caserma la donna racconterà nel dettaglio le fasi della violenza subita.

L’ultimo brutto episodio di una storia di abusi e maltrattamenti che durava da circa due anni, ossia da quando un 32enne aveva cominciato a maltrattare fisicamente e psicologicamente la compagna. Liti continue, toni più che accesi e grida spesso tali da richiedere da parte del vicinato l’intervento dei carabinieri di Amelia.

I militari hanno lavorato senza sosta per ricostruire minuziosamente tutte le fasi della vicenda.
Il sostituto pm di turno, il Raffaele Pesiri, informato dai militari sin dalle prime luci dell’alba, non ha avuto dubbi nel concordare sulla misura restrittiva e l’uomo è stato portato al carcere di Sabbione in attesa dell’udienza di convalida per lesioni, violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button