Cronaca

Ubriaco al volante finisce fuori strada e l’auto si incendia: ferito e denunciato

CITTA’ DI CASTELLO – Potevano avere conseguenze ben più gravi i due incidenti dove sono rimasti coinvolti 2 giovani di Città di Castello, sorpresi al volante con un tasso alcolemico superiore al consentito.

Il primo, un 32enne, a Città di Castello località Vingone, nelle prime ore della mattina di domenica, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo della sua utilitaria finendo in una scarpata. Immediatamente soccorso da personale della Stazione Carabinieri di Trestina e del 118, il giovane è stato medicato per le ferite riportate nel sinistro e giudicate guaribili in sette giorni. Sottoposto quindi agli accertamenti di rito, è risultato con un tasso alcolemico 3 volte superiore al limite consentito, è stato quindi deferito alla procura della Repubblica ed è scattato nei suoi confronto il ritiro della patente di guida.

Ha rischiato probabilmente molto di più il 22enne che nella notte di domenica a Città di Castello, località Baucca, ha perso il controllo dell’autovettura che si è ribaltata ed ha preso fuoco, andando completamente distrutta. Soccorso da personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Città di Castello e da personale del 118, il giovane è stato trasportato all’ospedale di Perugia ove al termine di approfonditi esami, in virtù della violenza del sinistro, è stato dimesso e giudicato guaribile in 20 giorni. Gli accertamenti alcolemici effettuati a suo carico, anche in questo caso, hanno evidenziato lo stato di ebbrezza alcolica, con un tasso addirittura di 4 volte il limite massimo. Il 22enne è stato quindi deferito alla procura della Repubblica; anche per lui patente di guida ritirata ed autovettura sequestrata.

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di Monte Santa Maria Tiberina hanno invece denunciato per furto aggravato in concorso, due stranieri incensurati di 26 e 31 anni, da tempo abitanti nel comprensorio. Gli stessi, recatisi presso l’esercizio “Risparmio Casa” di Città di Castello, sono stati notati mentre nascondevano nei propri zaini alcuni rasoi elettrici e detergenti. Bloccati subito dopo aver oltrepassato le casse, dove avevano pagato solo una minima parte dei prodotti presi, sono stati affidati ai carabinieri che al termine degli accertamenti li hanno denunciati per furto aggravato in concorso di articoli per un valore di oltre 100 euro.

Related Articles

Back to top button