Attualità

Terremoto, la procura di Spoleto apre un fascicolo. Mattarella a Norcia: “Tornerà come prima”

La procura di Spoleto ha aperto un fascicolo contro ignoti per i crolli in Valnerina in seguito al terremoto. Si tratta di un atto dovuto dopo i cedimenti degli edifici pubblici e privati avvenuti in questi giorni. Nel fascicolo a carico di ignoti si ipotizza il reato di disastro colposo. Per la procura spoletina si tratta di un’indagine conoscitiva per verificare se ci possano essere state eventuali responsabilità per i crolli che hanno interessato edifici in vari centri. Pare che gli accertamenti – sui quali viene mantenuto il massimo riserbo – siano stati avviati già da qualche tempo ma al momento non sarebbero comunque emerse responsabilità. L’attenzione è concentrata sulle pratiche di finanziamento per gli interventi relativi ai precedenti terremoti. In particolare per i lavori di ristrutturazione su edifici pubblici e privati.
Intanto nel pomeriggio di oggi le popolazioni colpite dal sisma hanno ricevuto la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, caschetto in testa, ha visitato anche la zona rossa di Norcia. Il Capo dello Stato si è commosso davanti alla Basilica di San Benedetto. Ai nursini ha assicurato: “tornerà come prima, sarà lunga, ma ci vorrà tempo”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button