Cronaca

Terni, truffa su fondi pubblici: dieci persone denunciate dalla Finanza

TERNI – Truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, dichiarazione fraudolenta mediante utilizzo di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti ed emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti. Sono questi i reati contestati all’amministratore di un’azienda ternana di servizi fra cui quello degli ascensori e a vario titolo ad altre 9 persone denunciati dal nucleo di
polizia tributaria della guardia di finanza di Terni.

Al termine di una complessa attività di polizia amministrativa e giudiziaria sono state contestate violazioni alle imposte dirette e all’Iva per oltre 70 milioni di euro.

Secondo le fiamme gialle, l’amministratore unico dell’azienda controllata, in concorso con altri imprenditori ed avvalendosi di sistemi fraudolenti, perpetrati mediante la formazione e la presentazione agli enti erogatori di documentazione ideologicamente e materialmente falsa, nonché tramite l’interposizione fittizia di “società di comodo”, era riuscito a farsi finanziare, in relazione a specifici bandi emanati dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalle Regioni Umbria e Sardegna, ben 12 progetti di sviluppo in materia di ricerca ed innovazione tecnologica, i cui effettivi costi di realizzazione si sono rivelati di gran lunga inferiori agli oltre 5 milioni di euro ricevuti a titolo di erogazioni pubbliche.

Il sostituto procuratore della Repubblica, Marco Stramaglia, che ha coordinato le indagini ha chiesto e ottenuto dal gip del tribunale di Terni il sequestro preventivo di beni finalizzato alla confisca “per equivalente” per un importo di oltre 5 milioni di euro.

Pertanto, all’amministratore della società sono stati sequestrati numerosi conti correnti bancari, una lussuosa villa con campo da tennis e piscina, un appartamento di oltre 300 mq ed un locale commerciale.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button