Attualità

Terni, sul predissesto Cecconi (FdI): “Il prefetto faccia rispettare la legge”

TERNI – “Ho trasmesso in data odierna una nota al Prefetto di Terni dottoressa Angela Pagliuca, per chiederle di vigilare affinché a Palazzo Spada venga rispettata la legge”. Lo scrive, in una nota diffusa questa mattina, il presidente del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia a Palazzo Spada Marco Cecconi.
“L’approvazione del Piano di riequilibrio pluriennale previsto per ripianare il cosiddetto predissesto – continua Cecconi – è di competenza esclusiva del Consiglio comunale, che deve approvare l’entità del debito e le misure conseguenti con una propria delibera”.
“Il 28 dicembre scorso questo era già avvenuto (con un atto che peraltro era stato approvato con il nostro voto contrario e che avevamo già definito in quella occasione come fortemente lacunoso)”.
“Ora però, come è noto, il Ministero dell’Interno ha inviato al Comune una serie di osservazioni, censure e prescrizioni: imponendo ad esempio che nella massa debitoria vengano ricomprese voci (milionarie) che invece non erano state incluse. L’inevitabile conseguenza è che il Piano va riscritto: c’è da ripianare una cifra molto più alta di quella quantificata nella delibera del 28 dicembre scorso, forse ci vorranno più anni, sicuramente ci vorranno nuove entrate, magari altre alienazioni, magari nuove tasse”.
“Le modifiche e le integrazioni richieste dal Ministero – ecco il senso della sollecitazione al Prefetto – devono formare oggetto di una nuova delibera, che non può che essere una nuova delibera di Consiglio comunale. Nessuno pensi a scorciatoie, nessuno pensi di aggirare la legge, di ignorare le prerogative dell’assemblea elettiva, di censure il dibattito, di togliere voce alla dialettica democratica, di sottrarre le scelte a chi invece è chiamato ad assumersene la responsabilità. Ci auspichiamo che l’intervento del Prefetto, al riguardo, sortisca l’effetto dovuto, perché in caso contrario – conclude Cecconi – le conseguenze sarebbero gravissime ed inevitabili”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button