Cronaca

Terni, picchia la compagna anche davanti alla figlia: 36enne finisce in carcere

TERNI – Picchia la compagna e finisce in carcere. E’ accaduto sabato sera. Un 36enne pregiudicato è stato arrestato dalla polizia per maltrattamenti in famiglia. Verso le 23, infatti, una pattuglia della volante è intervenuta sul posto in seguito alla richiesta di intervento al 113 da parte della compagna una Volante si è recata in un bar di Borgo Bovio. Qui gli agenti hanno trovato la donna in lacrime e con evidenti segni di percosse al volto. La donna ha sporto denuncia nei confronti dell’uomo per una serie di maltrattamenti e atti persecutori che da tempo subiva, anche difronte alla figlia adolescente. Gli agenti lo hanno rintracciato e condotto in questura dove è stato arrestato e condotto nel carcere di Sabbione a disposizione del magistrato di turno, il pm Elisabetta Massini.
Sempre la squadra volante ieri pomeriggio ha segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti un 34enne originario dell’Arzebaijan residente a Roma. Fermato a Corso Tacito per un controllo ha manifestato nervosismo. Gli agenti hanno approfondito il controllo e hanno accertato che lo straniero deteneva una dose di eroina che ha dichiarato farne uso personale. Non avendo motivo di stare a Terni, è stato allontanato con Foglio di Via Obbligatorio emesso dal Questore.
Nel corso di un sevizio straordinario di controllo del territorio disposto dal questore ed effettuato nel comprensorio Orvietano, invece, sabato scorso in occasione del mercato settimanale, personale del Commissariato di con l’ausilio di personale del Reperto Prevenzione Crimine Umbria-Marche, ha rintracciato due donne provenienti da un campo nomadi di Roma e gravate da molteplici precedenti per furto e furti con destrezza. Dai controlli è emerso che erano inottemperanti al divieto di ritorno del questore di Terni. Sono state denunciate e nuovamente allontanate dal territorio Orvietano dove si ritiene si fossero recate per compiere reati predatori. E’ stata anche rintracciata ed espulsa una cittadina brasiliana non in regola con le norme sul soggiorno in Italia e sono stati identificati ed allontanati 8 cittadini stranieri che elemosinavano nelle vie del centro di Orvieto in modo molesto.
Intanto la Sezione “Giovanni Bianchi” dell’Anps (associazione nazionale polizia di Stato) di Terni, nell’ambito di una iniziativa benefica per le popolazioni colpite dal recente terremoto, ha raccolto tra i propri associati la somma di 750 euro. A renderlo noto il presidente della sezione Giuseppe Salvatore Tondi che ha inviato la somma raccolta al Presidente Nazionale Anps.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button