Politica

Terni, passa il piano industriale di Asm. Via libera alla cessione di quote ai privati

TERNI – Palazzo Spada approva il piano industriale di Asm per il 2016-2017 ma con tanti mal di pancia. L’atto, infatti è passato con 15 voti favorevoli (4 consiglieri di maggioranza, tra cui Bencivenga e Ricci, non hanno partecipato al voto) e 10 contrari. Il consiglio ha anche bocciato due emendamenti del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle mentre ha invece approvato un atto d’indirizzo proposto da Fabio Narciso e sottoscritto da altri undici consiglieri del Pd sullo sviluppo dell’Asm ed ha anche approvato un altro atto d’indirizzo del M5S sull’ampliamento della rete di distribuzione di erogatori di acque sul territorio comunale. Bocciati invece gli atti d’indirizzo di Cecconi sul servizio di pubblica illuminazione; di Todini, Braghiroli, Cecconi e Melasecche sulla situazione e le prospettive dell’Asm.
In sostanza, al termine di un serrato confronto, il consiglio comunale ha bocciato l’ipotesi di alla trasformazione di Asm in house providing, come proposto dal M5S, e ha approvato invece l’ingresso di privati tramite alienazione di quote societarie.
“Il partito democratico – ha commentato sul suo profilo Facebook Thomas De Luce (M5S) -con un blitz approva la vendita di quote Asm. Devono andare a casa. Sbattuta in faccia la porta alla nostra proposta di rilancio”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button