Politica

Terni, la segreteria comunale del Pd: “Andiamo avanti, la politica delle offese non ci appartiene”

TERNI – L’eco dell’acceso faccia a faccia tra il Movimento 5 Stelle e le cooperative continua a farsi sentire anche oggi. Senza entrare nel merito della vicenda né fare accenno a quando accaduto ieri, parla la segreteria comunale del Pd che, però, stigmatizza “la politica basata sulle invettive e sulle offese”.
“Le quotidiane e maldestre accuse che tentano di avvelenare il dibattito politico, confermano l’assenza nelle opposizioni di una classe dirigente all’altezza della città – scrive la segreteria comunale in una nota – non riscontriamo visioni alternative alla nostra sul futuro di Terni, se non quella dello sterile conflitto e della confusione. Prendiamo atto – prosegue la nota del Pd – che si sta adottando una strategia urlata ed inquinante: forse mediaticamente efficace, ma politicamente improduttiva. Chi ambisce a governare una comunità, ha il dovere di valutare le opportunità e le proposte che il mondo del lavoro, dell’impresa e della cultura gli sottopone. Non è accettabile che ogni potenziale risorsa, venga sistematicamente denigrata con l’intenzione di emarginarla”.
“Noi riteniamo, invece, indispensabile trasformare le sollecitazioni in programmi e azioni – continua la segreteria comunale del Pd – auspicando che sia rafforzata e sostenuta la rete produttiva della città, che si possano creare nuove opportunità di sviluppo e di impresa. È l’unico metodo per rendere Terni una città attrattiva per investimenti e nuova occupazione. La cultura politica basata sulle invettive e sulle offese non appartiene al PD.
Proseguiremo con responsabilità nella guida della città – conclude la segreteria comunale del Pd – confermando e rafforzando la volontà di cogliere con serietà e attenzione anche gli umori critici e costruttivi dei cittadini e delle articolazioni della società. Il nostro unico intento continuerà ad essere quello di lavorare con ancor più incisività nel dare le risposte di cui Terni necessita”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button