Attualità

Sociale, affido dei minori, accesso agli atti: bega del Comune con la Corte dei Conti

TERNI – La Corte dei Conti ha avviato accertamenti istruttori su un “presunto danno da diniego di accesso agli atti del Comune di Terni in merito a eventuali debiti fuori bilancio riguardanti il sociale e l’affido dei minori presso case famiglia”. La procura regionale presso la sezione giurisdizionale ha chiesto quindi all’amministrazione comunale una dettagliata relazione sui dati oggetto di una nota del Movimento 5 Stelle datata 17 novembre 2016. Nella nota si fa riferimento sia a richieste di documentazione e informazioni su eventuali debiti fuori bilancio nell’ambito del sociale che a questioni attinenti il diritto di accesso dei consiglieri.
La Corte dei Conti ha concesso 30 giorni, dallo scorso 9 gennaio, per l’invio della relazione. In sostanza il Movimento 5 Stelle ha avanzato una richiesta di accesso all’informazione e richiesta di accesso agli atti in merito a presunti debiti fuori bilancio relativi alla spesa della direzione sociale nell’anno 2013. Richiesta che sarebbe stata quindi disattesa.
A dicembre è lo stesso segretario generale del Comune a chiedere chiarimenti alla dirigente del settore, Danila Virili, sulla scorta della segnalazione sempre da parte del Movimento 5 Stelle, su una serie di affidamenti diretti. Risposta che arriva il 3 gennaio ma non soddisferebbe le esigenze di chiarezza e semplicità richieste dallo stesso segretario generale, che quindi rinnova la richiesta di chiarimenti da inviare entro la fine di gennaio.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button