Attualità

Scandalo rifiuti, attesa la decisione sulla richiesta di revoca dei domiliari per Sassaroli

PERUGIA – E’ attesa a ore la decisione del tribunale del riesame sull’istanza di revoca degli arresti domiciliari a Giuseppe Sassaroli, ex direttore generale di Gesenu, coinvolto nell’inchiesta Spazzatura d’oro connection. Per la difesa rappresentata dall’avvocato David Brunelli non sussistono esigenze cautelari. Di parere contrario il pm Valentina Manuali, che ha insistito sul pericolo di inquinamento probatorio in una fase ancora delicata dell’indagine. Intanto può ripartire il bioreattore di Borgogiglione può ripartire. Il pm Valentina Manuali e il gip Alberto Avenoso ieri hanno dato il via libera all’impianto, che può così tornare in funzione. Dopo essere stato sottoposto al processo di refitting potrà continuare ad essere utilizzato anche in tandem con l’impianto di compostaggio di Pietramelina una volta che Gesenu avrà dato seguito alla diffida della Regione, intervenendo per fare in modo che l’impianto produca meno scarti una volta lavorata la frazione organica umida. Nel frattempo i rifiuti organici da domenica viaggiano verso uno degli impianti Hera dell’Emilia Romagna fino a quando l’impianto di compostaggio di Pietramelina non potrà essere riaperto dopo l’adeguamento.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button