Cronaca

San Giustino, ex convivente e stalker finisce in manette: bloccato dai carabinieri flagrante

SAN GIUSTINO – Un uomo di 47 anni, residente nell’Alto Tevere, è stato arrestato in flagranza dai carabinieri di San Giustino per atti persecutori nei confronti della coniuge con la quale è, di fatto, separato. Nelle ultime tre settimane, la moglie aveva formalizzato, infatti, una serie di denunce-querele nei confronti del coniuge, riconosciuto come l’autore di diversi danneggiamenti di oggetti e mezzi di sua proprietà, nonché di essere stata più volte oggetto di pedinamento e di offese personali, tali da procurarle anche uno stato di grave ansia connesso allo stravolgimento delle proprie abitudini. Dapprima i carabinieri avevano anche tentato una composizione “bonaria” della vicenda, senza tuttavia riuscirvi.
Ieri pomeriggio l’ennesimo episodio: la donna si è accorta di essere seguita da un’autovettura e, immediatamente, ha allertato i militari che, intervenuti, sono riusciti a bloccare la vettura guidata dall’ex convivente.
I carabinieri lo hanno arrestato in flagranza per atti persecutori. Al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’autorità giudiziaria l’uomo è stato condotto presso la sua abitazione agli arresti domiciliari. Successivamente, in sede di udienza di convalida, il gip del Tribunale di Perugia ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button