ArteAttualitàEventi, arte e culturaVideo news

Otello Fabri: a vent’anni dalla scomparsa, conferenza e mostra all’Archivio di Stato di Terni

TERNI – Il 6 dicembre 2001 moriva a Terni l’artista Otello Fabri, proprio mentre era in corso nella cappella gentilizia di Palazzo Gazzoli la mostra dei suoi acquerelli organizzata dall’amministrazione comunale. Mostra che venne prorogata per tributare un omaggio alla pittore incisore scomparso all’improvviso. Oggi a distanza di vent’anni è l’Archivio di Stato di Terni a rendere un altro significativo tributo alla memoria di questo artista. La presenza numerosa di cittadini, del sindaco Latini, dell’assessore alla cultura Cecconelli, di consiglieri comunali alla conferenza che ha inaugurato domenica a Palazzo Mazzancolli la mostra delle opere di Fabri è la testimonianza più tangibile di quanto l’artista sia ancora vivo nel cuore di questa città. A ripercorrerne la carriera artistica e l’attualità delle sue opere, il critico d’arte Paolo Cicchini.

Nella mostra di palazzo Mazzancolli sono esposte 67 opere tra oli, acquerelli, pastelli e incisioni, di collezioni pubbliche e private. Alcune sono per la prima volta visibili al pubblico. La mostra si snoda su due piani ed è arricchita da un corredo di foto, tratte dall’album dei ricordi del vissuto dell’artista, dal 1926 al 2001. L’esposizione è aperta fino al 17 dicembre Dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12,30, il martedì, mercoledì e giovedì anche il pomeriggio dalle 16 alle 18. Sabato e domenica chiuso.

Related Articles

Back to top button