AttualitàSport

La Lazio vince il SantOvalentino, l’U12 del Terni Rugby al secondo posto

TERBI – L’ottavo Torneo SantOvalentino secondo Trofeo Pharmaon è stato accompagnato da una bellissima giornata di sole e da una splendida cornice di pubblico. I draghetti dell’Under 12 allenati da Serena Settembri iniziano benissimo il torneo contro Ciampino e continuano in bellezza contro Spoleto. Due prestazioni davvero convincenti che portano i rossoverdi al primo posto nel loro girone. La finale per va però ai giovani della Lazio che vincono 2 mete a 1, non tanto per demeriti dei piccoli del Terni Rugby ma soprattutto per la qualità degli avversari. Alla fine arriva con merito un bellissimo secondo posto. “Ho visto degli ottimi spunti personali e un inizio di lavoro di squadra sia in attacco che in difesa – spiega coach Serena Settembri – un ottimo punto di inizio per continuare a lavorare e prepararci al meglio per il torneo di Parma ad aprile. Un ringraziamento particolare va a chi ha organizzato il torneo e a tutti coloro che sono venuti a dare una mano contribuendo a questa splendida giornata”. Il mini rugby (categorie Under 6-8-10) era impegnato in concentramento a Gubbio. I Gechi dell’Under 6 seguiti da Eleonora Ricci giocano le tre partite con la squadra di casa, Orvieto e Perugia concludendo la giornata con due sconfitte ed un pareggio. Tanto il divertimento dei ragazzi, dopo il terzo tempo rientro di corsa a Terni per sostenere l’Under 12 al SantOvalentino. Stesso discorso per gli Under 8 di Francesca Agabiti che hanno disputato e vinto tutte e tre le partite giocate contro Gubbio, Perugia e Foligno. “In generale un bel gioco sia in attacco che in difesa e, soprattutto in difesa, una buona salita e tanti placcaggi” dice soddisfatta coach Francesca Agabiti. Gli Under 10 erano invece al seguito di coach Jacopo Borghetti. Soddisfazione massima per le due vittorie con Gubbio e Perugia e anche per la sconfitta di misura contro il Foligno: “Squadra maturata e più determinata rispetto alle ultime uscite. Ottimo lavoro dei sostegni, sempre presenti per garantire possesso e continuità. Molto bene anche la fase difensiva, sia in termini di costruzione del muro che nell’avanzamento”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button