Economia

La Fim Cisl Umbria a Bruxelles per sostenere l’acciaio e Terni

La Fim Cisl dell’Umbria, in rappresentanza del gruppo ThyssenKrupp Ast, è oggi a Bruxelles per sostenere l’acciaio in occasione della Giornata d’Azione Europea a sostegno di un futuro sostenibile della siderurgia nel nostro continente.
“Importazioni a buon mercato a prezzi di dumping, una legislazione che aumenta i costi di esercizio degli impianti siderurgici in tutta Europa stanno accrescendo il rischio di una spirale verso il disastro – afferma Simone Liti Segretario regionale della Fim Cisl Umbria – Per queste ragioni è stato molto importante che lavoratori dell’industria siderurgica in Europa abbiamo manifestato oggi a Bruxelles a sostegno dei posti di lavoro e del settore siderurgico europeo. Per quanto riguarda poi l’acciaio inossidabile, la Fim dell’Umbria continua a sostenere che se l’obiettivo di puntare ad impianti moderni compatibili con l’ambiente, verso l’innovazione di processo e di prodotto, contenendo i consumi di energia elettrica, ciò rischia di diventare irraggiungibile se l’Unione Europea dovesse concedere lo status di economia di mercato alla Cina”.
“Lo stesso impegno – conclude Simone Liti accompagnato a Bruxelles dai delegati di Ast Mauro Cordiani e Pierangelo Nobili e da quello di Ilserv, Roberto Pallotta in rappresentanza dell’indotto – lo chiederemo al Governo durante il prossimo incontro per Ast in programma a fine mese presso il Ministero dello Sviluppo Economico: necessario anzi obbligatorio sostenere le produzioni di Terni”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button