Attualità

Istruzione, un terzo degli umbri ha solo la licenza media: l’analisi del convegno del Cpia

Quasi due terzi degli umbri, di età compresa fra i 25 e i 64 anni, sono in possesso di un diploma di scuola superiore. Tuttavia il 34,1% della popolazione della regione, fra i 25 e i 64 anni, è riuscito a conseguire soltanto un titolo appartenente ad un livello di istruzione secondario inferiore. Un dato che dovrebbe far riflettere, visto che la media nazionale ammonta a circa il 44,3%. Quello dell’Umbria è il secondo valore più basso dopo quello del Lazio, che si attesta intorno al 33,9%, come chiarisce il nuovo piano sociale regionale.

Per fare il punto sulla situazione, il Centro provinciale istruzione adulti di Terni ha organizzato il 16 maggio 2017, presso la Sala Blu di Palazzo Gazzoli, un convegno. Il tema trattato è stato incentrato soprattutto sull’educazione degli adulti. Questo settore dell’istruzione è stato completamente rinnovato negli ultimi tempi, attraverso la creazione dei centri provinciali. All’interno di questi ultimi vengono inclusi anche i corsi serali. La riforma ha avuto l’obiettivo di combattere il deficit formativo che si registra fra gli adulti e che viene messo in evidenza soprattutto dai dati provenienti dall’Istat.

Secondo l’Istat nel 2015 il 50% della popolazione adulta non ha il titolo di studio di secondo grado, dato reso ancora più grave dal fatto che l’80% non è riuscito a raggiungere le competenze per esercitare in modo attivo la cittadinanza. L’istituzione dei centri provinciali ha come obiettivo il conseguimento del titolo di scuola media inferiore e dà anche la possibilità di attestare i livelli di competenza registrabili nell’ambito della conoscenza della lingua italiana.

Al convegno organizzato dal Cpia di Terni hanno partecipato, fra gli altri, Eleonora Bigi, Fabio Narciso del centro per l’impiego della provincia di Terni, Emanuele D’Amico in rappresentanza della Prefettura. Presenti all’incontro anche la professoressa Angela Piccionne del Cpia di Perugia, il dirigente scolastico Professoressa Cinzia Fabrizi, presidente della rete del Cpia, e la professoressa Enza Depretis, responsabile del Cpia di Terni. La presentazione delle attività dei corsi serali è stata affidata al Professor Luca Caparvi e alla Professoressa Carla Santini.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button