Attualità

Ilaria Alpi, dopo 22 anni delitto è senza colpevoli: la corte d’appello di Perugia assolve Hassan

PERUGIA – A distanza di 22 anni dall’omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, il delitto della giornalista del Tg3 e del suo cameramen, uccisi a Mogadiscio nel marzo del ’94 resta senza colpevoli. Oggi, infatti, la Corte d’Appello di Perugia ha assolto “per non aver commesso il fatto” Hasci Omar Hassan, il somalo che si è sempre proclamato innocente. L’assoluzione è arrivata al termine del processo di revisione chiesto e ottenuto dai suoi difensori di Hassan, gli avvocati Natale Caputo e Duale Duglas. L’uomo, affidato ai servizi sociali a Padova dopo avere scontato oltre 16 dei 26 anni di detenzione ai quali era stato condannato, è tornato ad essere un uomo libero.
A chiedere l’assoluzione era stato anche il sostituto procuratore generale, Dario Razzi: “Se è vero che Hassan è stato condannato – ha detto Razzi – dobbiamo avere anche il coraggio di ammettere che possa essere innocente”. Secondo il sostituto procuratore gerenale è “inattendibile” il somalo Ahmed Ali Rage, detto Gelle: il supertestimone aveva chiamato in causa Hassan, salvo poi ritrattare tutto e ammettere che non era presente al momento dell’agguato contro i due italiani a Mogadiscio il 20 marzo del 1994.
Il delitto di Ilaria Alpi resta quindi avvolto nel mistero.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button