Attualità

Il Papa incontra i bambini delle zone terremotate: “Il Signore aiuta a riprenderci”

“Le calamità feriscono l’anima, ma il Signore aiuta a riprenderci”. Lo ha detto Papa Francesco incontrando oggi nella Sala Nervi i 400 bambini delle zone terremotate di Umbria, Lazio e Marche.

“Una delle cose che piacciono più a Gesù – ha detto il Papa ai bambini – una delle parole che piacciono più al Signore è la parola “grazie tante”. Io voglio ringraziare voi e dirvi grazie per questa visita, per essere venuti qui, anche a ricordare quel brutto momento”.

I bambini sono giunti oggi a Roma provenienti da Cascia, Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Acquasanta, giunti a Roma Termini su un Frecciarossa di Trenitalia, e poi condotti in pullman in Vaticano.

Il Papa Francesco ha quindi voluto che fossero i bambini a parlare e a dire la loro. “Sono stati giorni difficili – ha detto uno – Tutto è crollato, case, palazzi, scuole”, “grazie alla preside abbiamo ripreso la scuola subito, anche se la scuola era inagibile”.

Una bimba di Cascia, Maria Vittoria, ha spiegato che “dopo il terremoto abbiamo avuto molti problemi, prima siamo stati nella tenda poi ci hanno dato una struttura in legno. Ci farebbe piacere che tu venissi a Cascia uno di questi giorni”.

“Dobbiamo riprenderci – ha detto loro il Papa -, quando vengono queste calamità dobbiamo avere la forza per riprenderci. Voi siete stati bravi. Le cose vanno meglio se si collabora tutti insieme per un progetto”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button