Attualità

Gualdo Tadino, il sindaco traccia le priorità del 2017. “Ex Calai, al via la gara”

GUALDO TADINO – Tempo di bilanci per l’amministrazione comunale di Gualdo Tadino che con l’inizio dell’anno ha tirato le somme del 2016 e anticipato i temi del 2017. Il punto è stato fatto in occasione di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il sindaco Massimiliano Presciutti, il presidente del consiglio comunale Fabio Pasquarelli il vicesindaco Gloria Sabbatini, gli assessori Giorgio Locchi, Michela Mischianti, Emanuela Venturi, Mario Tantari.
Ad esordire è stato il primo cittadino che ha sottolineato come “nel 2016 si sono posto le basi di quello che verrà raccolto nel prossimo futuro. Le questioni importanti sono diverse. La prima riguarda l’ex ospedale Calai. A fine 2016 il Direttore Generale ha firmato il decreto per dare il via alla gara per la progettazione esecutiva dell’intera area. Si tratta del primo atto concreto sulla questione, ciò significa che il passo successivo sarà la gara per l’affidamento dei lavori, che contiamo di ultimare entro la corrente legislatura, almeno nella parte storica.
Sul fronte lavori pubblici, invece, via al bando di gara per assegnare in project financing il restyling del parcheggio pluriapiano di Piazza Mazzini, come anche, con la stessa formula non gravosa per le casse del Comune, avverrà l’efficientamento di 5 mila punti luci della città dove verranno messe luci a led, più luminose e meno onerose per la collettività.
Mentre il 10 gennaio si eleggerà il nuovo cda del Gal Alto Umbria al quale Gualdo Tadino presenterà un progetto complessivo relativo al centro storico che prevede: sistemazione ed adeguamento delle quattro taverne, ristrutturazione del vecchio Clip Up e creazione di una forno comune presso gli orti dell’Istituto Bambin Gesù.
“Guardando all’anno appena iniziato – ha sottolineato Presciutti – il 2017 sarà un anno di ricadute importanti in termini economici, con tre finanziamenti stanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che riguarderanno: 500 mila euro che (uniti ai 400 mila di parte pubblica) serviranno a ristrutturare il centro promozione della ceramica per farne un audotirium, una sede laboratoriale dedicata a start up d’impresa e un museo della ceramica contemporanea; 79 mila euro destinati al Progetto “Scuola 2.0” che doteranno tutte le scuole di Gualdo Tadino di strumentazione informatica mobile, infine 50 mila euro della Fondazione più 17 mila euro da parte del Comune di Gualdo a sostegno delle situazioni di disagio, per chi non riesce a pagare affitti e utenze domestiche”.
Novità riguardano anche la questione Rocchetta rispetto alla quale, dopo l’udienza presso il Commissariato agli Usi Civici dello scorso 20 dicembre a Roma, il Comune punta molto su un componimento della controversia fra tra azienda e Comunanza Agraria che porti finalmente all’avvio di un importante investimento per l’intera comunità, così come l’ente comunale ha manifestato la propria disponibilità alla conciliazione con la Comunanza sul tema della gestione del patrimonio gravato da uso civico. Intanto alla Rocchetta abbiamo chiesto da subito un impegno concreto: ripulire l’area delle fonti storiche dai detriti, cosa sulla quale c’è condivisione.
Parlando di Tagina e della decisione di intraprendere una esperienza con il gruppo Cerit, sostenuto da un fondo Italo-Cinese, il 2017 sarà un anno importante. Occorre il massimo della cautela ma l’azienda ha inteso instaurare un rapporto con un manager di esperienza trentennale nel settore, costellata da una serie di successi come il Dott. Graziano Verdi. C’è un impegno all’acquisto, la situazione andrà costantemente monitorata, l’obiettivo prioritario resta quello di garantire la continuità aziendale e la massima garanzia dei livelli occupazionali.
Dopo l’intervento del Sindaco Presciutti, anche gli assessori hanno fatto il punto della
situazione riguardo alle cose fatte nei loro ambiti. Tanti gli argomenti toccati. L’assessore allo Sviluppo Economico e turismo Giorgio Locchi, ha ricordato per il turismo come “Gualdo Tadino ha avuto un’esplosione di visitatori negli ultimi 12 mesi, grazie anche agli eventi realizzati in collaborazione con il settore cultura. La città è pronta ad espandersi turisticamente parlando”. Lo stesso Locchi, ha poi tenuto a ricordare altre questioni molto importanti come il lavoro svolto per la lotta alla ludopatie (gioco su slot machine), alla quale si è cercato di mettere un freno con un regolamento che è stato preso d’esempio poi da altri centri, gli strumenti messi in campo (Affitti a canone concordato) per ripopolare il Centro e la validità delle strategie usate in campo urbanistico per ripensare il futuro della città (nelle aree Ex Calai, Centro Promozionale della Ceramica e Granaio).
La vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Gloria Sabbatini ha ricordato, invece, come “in questi due anni e mezzo a Gualdo Tadino abbiamo cercato di dare e abbiamo dato risposte concrete. Gualdo Tadino ha attratto circa 4 milioni di euro provenienti da fondi Regionali, Nazionali ed Europei. Soldi che hanno permesso di effettuare interventi per le scuole, gli impianti sportivi, le mura urbiche, Ex Monina e molto altro. Nel 2017 in cantiere c’è un progetto che vedrà la nascita di opere di mitigazione idraulica in Via Scaramucci ed è stato presentato un progetto per il rifacimento dell’Antistadio che speriamo possa essere finanziato”.
L’assessore alla Cultura, ai Servizi Sociali e Scuola Emanuela Venturi ha invece ricordato le tante iniziative che hanno visto protagonista Gualdo Tadino in questo 2016.
“Sono subentrata in corsa in questo assessorato ma ho cercato fin da subito di proseguire la strada tracciata già in precedenza: puntare su eventi più di qualità e meno di quantità. Il successo si è notato ed i numeri fatti dai due eventi principali del 2016, la Mostra di Ligabue-Ghizzardi ed il Presepio Emozionale lo dimostrano. Sono scelte volute fortemente dall’Amministrazione ma che sono state svolte di concerto con tutte le associazioni, che ci hanno dato una grande mano e che rappresentano una risorsa. Sempre nel 2016 è stato poi ridato alla città il Teatro Talia e nel 2017 cercheremo di valorizzarlo al meglio con eventi adatti. Per quanto riguarda la sfera del Sociale, come detto in precedenza, sosterremo un progetto per aiutare le persone in difficoltà, mentre nello sport dopo aver nuovamente ospitato a maggio 2016 una compagine dell’Italia, che speriamo di riportare anche quest’anno, stiamo lavorando ad un progetto che riguarda la disabilità. Nella scuola come detto in precedenza dal Sindaco il progetto “Scuola 2.0” sarà importante sia per studenti che per professori”.
L’assessore all’Ambiente Michela Mischianti ha voluto sottolineare come “nel 2016 sono stati centrati obiettivi importanti. Abbiamo ripulito il sito di Palombara, sono a buon punto i lavori di tutela ambientale di Vignavecchia, è stato aperto il Centro Raccolta e importanti risultati sono stati ottenuto nella gestione dei rifiuti. La raccolta differenziata presenta dati positivi (dal 54% di inizio mandato siamo arrivati al 66%), una cosa non scontata vedendo le situazioni negative degli altri comuni, è stato ampliato il servizio porta a porta e per chi effettua il compostaggio ci sono delle riduzioni del 5% per quanto riguarda le tariffe”.
Mario Tantari, Assessore al Patrimonio ha voluto ricordare la situazione critica in cui versano i comuni italiani a causa dei tagli da parte dello Stato. Nonostante ciò “Gualdo Tadino presenta una gestione sana, con una sola variazione di Bilancio fatta nel corso del 2016. Variazione fatta poi per inserire i fondi stanziati per i tre progetti della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Sul fronte tributi non ci saranno novità per i cittadini nel 2017 rispetto al 2016. Mentre nel settore amministrativo è stato creato un Ufficio Cimiteriale”.
“Facendo un resoconto di quanto fatto in questi due anni e mezzo di mandato – ha concluso il sindaco Massimiliano Presciutti – comunque sono molto soddisfatto del lavoro fatto fino ad oggi. Abbiamo cercato in questo lasso di tempo di cogliere tre aspetti che reputo fondamentali: dare concretezza alle cose che si fanno guardando anche al quotidiano, cercare di attrarre risorse esterne viste le difficoltà del momento e porre massima attenzione alle questioni che si trascinano da anni a Gualdo come il caso ex Calai e Rocchetta.
Con la mia squadra ovviamente presto ci confronteremo per capire se abbiamo commesso degli errori e migliorare nel futuro per fare il bene di Gualdo e dei gualdesi. Chiudo con un ultimo annuncio: in questo 2017 Gualdo Tadino ospiterà Caravaggio. Già dalla prossima settimana incontrerò il critico d’arte Vittorio Sgarbi per definire i dettagli dell’operazione culturale che a primavera porterà a Gualdo una mostra sui caravaggeschi con un’opera del grande maestro in prestito. Un sogno che solo qualche anno fa sarebbe stato difficile immaginare”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button