Attualità

Giornata contro la violenza sulle donne, l’assessore Sensini replica al Forum donne Amelia

AMELIA – E’ botta e risposta tra l’assessore alle politiche di genere, Antonella Sensini, e il Forum Donne Amelia sulla fiaccolata, organizzata dal Comune per domani 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

L’associazione, dopo aver sottolineato che l’invito a partecipare da parte del Comune, è arrivato in tempi stretti, ha comunicato l’intenzione di non partecipare per una serie di ragioni “Riteniamo – dicono dal Forum – che questo della fiaccolata indetta dal Comune sia un evento spot, organizzato nella più totale assenza di una programmazione che riguardi il tema dell’eliminazione della violenza contro le donne. Riteniamo, più in generale, che attualmente il Comune di Amelia non dia, attraverso percorsi istituzionali, la giusta priorità alle politiche di genere Il Forum Donne Amelia porta avanti, da anni, percorsi continuativi di sensibilizzazione ed impegno per combattere la violenza di genere ad Amelia ( 8 marzo, 27 ottobre, 17 – 18 – 24 novembre, solo per citare gli appuntamenti del 2017). Il 24 novembre, in occasione della festa di Santa Fermina, patrona della città, come Forum Donne Amelia avremmo voluto leggere una breve riflessione su Fermina donna, in Piazza Matteotti e ricordare proprio la giornata del 25 novembre, ma la Sindaca non l’ha consentito”.

Domani il Forum Donne Amelia sarà a Roma, come lo scorso anno, “per condividere con tutte le altre associazioni di donne del territorio nazionale il proprio percorso e aderire al Piano Nazionale Antiviolenza”.

La replica dell’assessore non si è fatta attendere. “Sono ore – scrive Antonella Sensini -che mi chiedo a cosa serva tutta questa polemica sulla mancata partecipazione del Forum delle Donne di Amelia alla fiaccolata del 25 novembre. Mi dispiace che tutte le donne del Forum non sarranno presenti ad Amelia, ma sono contenta che vadano a Roma alla manifestazione, unite alle molte altre con le quali condividono un percorso da diversi anni.
Ora, venendo alla realtà amerina, vorrei segnalare alcuni di passaggi rilevanti, almeno per me, riguardo alle politiche di genere in questa città.

La nostra Ammnistrazione ha un sindaco donna e in giunta le donne ricoprono il 60% delle cariche, con deleghe tutt’altro che secondarie – prosegue l’assessore – Nelle scelte fatte in questo anno, abbiamo riposto la nostra fiducia su donne in gamba, poste in alcuni ruoli chiave (Segretario Comunale, Amministratore delegato Amam, membro del Consiglio d’Amministrazione del SII e un nuovo Caposettore nell’Ente), a cui prima nessuno aveva dato la possibilità di dimostrare quanto valessero, nonostante tutti i proclami della sinistra e la concertazione delle politiche di genere proposta dal Forum delle Donne.

Nell’ottobre dello scorso anno, abbiamo premiato tre educatrici che hanno formato diverse generazioni nella collettività amerina. Abbiamo accolto le richieste di alcune mamme riguardo i rischi che l’offerta privata sulla prima infanzia poteva generare, quindi alla domanda di monitaraggio da parte del Comune sulle realtà private, abbiamo generato un pool di coordinatrici pedagogiche ed educatrici, che condivide con cadenza mensile esperienze, progetti e aggiornamenti insieme al personale comunale che ha un’esperienza trentennale.

Lo scorso primo Maggio, a Porchiano, abbiamo conferito un riconoscimento pubbico a un ex vigile urbano, proprio per aver salvato una donna da un’aggrassione, che non sfociò in tragedia grazie al suo intervento. In giugno abbiamo promosso un corso gratuito di autodifesa rivolto alle donne, al quale ho partecipato personalmente, che un’associazione ha voluto offrire alla città di Amelia.
A metà ottobre abbiamo patrocinato una mostra fotografica sull’allttamento al seno dal titolo “OVUNQUE”, bellissima, condivisa nel suo significato, quindi riproposta anche nella sede Comunale. Inoltre abbiamo inaugurato in Biblioteca uno spazio aperto al pubblico, nel quale allattare tranquillamente e cambiare i propri figli, riconosciuto dall’UNICEF.

Il 25 novembre aderiremo alla “Giornata internazionale contro la violenza sulla donna”.
Da parte mia e dell’amministrazione respingo le accuse di latitanza dell’assessorato alle politiche di genere, piuttosto mi pare che i fatti siano più forti dei proclami. Oppure qualcuno aveva deciso previamente che l’unica espressione di quell’assesorato sarebbe stata la lotta alla violenza sulle donne, magari incentivando la contrapposizione del genere femminile a quello maschile?

Per il futuro – prosegue Antonella Sensini – non escludo una collaborazione con il Forum Donne di Amelia, ma ci tengo a precisare che TUTTE hanno omesso un particolare: nella famosa e tardiva telefonata di giovedì per la costruzione di questa fiaccolata, c’è stato anche l’invito a partecipare insieme a un bando per l’apertura di uno sportello antiviolenza qui ad Amelia, che andava a integrare l’attività attualmente solo telefonica del Forum e che non si concretizzerà per colpa del Centro Antiviolenza di Terni che non ha concesso il suo partenariato.

Ad ogni buon conto, per sabato auspico che partecipiate tutti, donne e uomini, perché in una azione semplice come una fiaccolata, si possa diffondere la cultura del rispetto affinché quelle donne che sono vittime di ogni tipo di violenza, si sentano sostenute da tutta la loro collettività, nel difficile percorso della denuncia.

Non facciamo le fiaccolate solo dopo che sono accadute le tragedie – conclude l’assessore – ma sensibilizziamo la comunità prima, per evitare che accadano ancora”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button