Attualità

Festival del Fantastico: giovedì al via la tre giorni a Ferentillo

FERENTILLO – Giovedì 13 settembre a Ferentillo prenderà il via la prima edizione del “Festival Internazionale del Fantastico”. Ideato dall’Associazione Culturale Calibando e dalla istituenda Biblioteca “Romolo Runcini”, su un’idea dello stesso Runcini.

Il Festival è organizzato dalla Pro Loco di Ferentillo in collaborazione con il Comune di Ferentillo, il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, il patrocinio di Regione dell’Umbria, Comune di Terni, Provincia, Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria, Centro Interuniversitario per lo Studio del Romanticismo dell’Università di Bologna.

Il Festival nasce con l’intento di promuovere convegni, conferenze, stage, momenti di riflessione e manifestazioni di spettacolo, legati alla produzione letteraria ed artistica del Fantastico. Perché proprio al Comune di Ferentillo Romolo Runcini (luminare negli studi sul fantastico) dona la sua biblioteca privata: oltre 35.000 volumi. E’ il figlio Pierfederico, architetto, con un legame forte col territorio a scegliere proprio il Comune di Ferentillo. “Non volevo che la biblioteca di mio padre venisse spezzettata o suddivisa. Convinto che proprio dai piccoli centri può nascere qualcosa di valido e duraturo”- dichiara. Ne nascerà una Biblioteca, prossima all’apertura al pubblico, grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni. Da lì il progetto ambizioso e unico di creare un “Centro Internazionale di Studi e manifestazioni del Fantastico ”. In Valnerina.

Questa prima edizione si muove essenzialmente su due ambiti di ricerca: il fantastico secondo Romolo Runcini e le narrazioni fantastiche di Edgar Allan Poe (L’iniziatore del racconto poliziesco e della letteratura dell’orrore) inserendo al suo interno nuove prospettive scientifiche e momenti di spettacolo e di musica. Già lo scorso anno, per l’edizione zero, era stato presentato il progetto di promozione di Calibando intorno alla costituzione della biblioteca Runcini .

Il Festival si aprirà (giovedi 13, alle ore 17) nella splendida cornice del Castello di San Mamiliano (Ferentillo) col Workshop “Il Fantastico (di) Romolo Runcini”, al quale parteciperanno studiosi di calibro internazionale: Maria Teresa Chialant, dell’Università di Salerno; Massimiliano Demata, dell’Università di Torino. interverranno alla discussione anche due studiosi inglesi molto celebri nell’ambito degli studi sul fantastico: David Punter, dell’Università di Bristol, autore di moltissimi saggi e libri sul fantastico, il terrore e il gotico (The Literature of Terror, 1980; The Romantic Unconscious, 1989; Gothic Pathologies, 1998′ A Companion to the Gothic, 2000; Writing the Passions, 2000; Metaphor, 2007; Modernity, 2007) e Patrick Parrinder, dell’Università di Reading, esperto internazionale di fantascienza e utopia, ma anche studioso della storia del romanzo, a cui ha dedicato un progetto imponente: dodici volumi dal titolo Oxford History of the Novel (tra gli altri testi, H.G. Wells, 1970; Science Fiction, 1980; Shadows of the Future, 1995; Nation and the Novel, 2006).

Modera Bruna Mancini, presidente dell’Associazione Culturale Calibando. Gli ospiti analizzeranno alcuni elementi essenziali della ricerca e della scrittura di Romolo Runcini, incentrate sul Fantastico e sulla Sociologia dell’Arte e della Letteratura.

Sarà annunciata la pubblicazione di alcuni volumi di grande rilevanza scientifica sul Fantastico e sullo scrittore di fantascienza James Graham Ballard e che sono il prodotto degli incontri avvenuti a Ferentillo lo scorso anno, in occasione dell’edizione del Festival zero.zero. Seguirà un momento cinematografico di grande importanza culturale, dedicato a due film, entrambi tratti dai racconti di Edgar Allan Poe: l racconti del terrore (1962) e Il pozzo e il pendolo (1961) di Roger Corman.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button