AttualitàFatti del giornoVideo news

Damiano per l’Ematologia: la borsa di studio nazionale 2024 va ad Aurora Civita

Promuovere la ricerca premiando giovani laureati e appassionare i ragazzi delle superiori verso questo settore, facendo loro sognare e di poter portare il proprio contributo all’allargamento delle conoscenze in campo medico. Su questi due obiettivi poggiano le due borse di studio erogate ogni anno dall’associazione Damiano per l’Ematologia in collaborazione, quella nazionale, con l’8 per mille della chiesa valdese, unione delle chiese metodiste e valdesi, quella locale con la Fondazione Carit.

La prima, giunta alla sua dodicesima edizione, si rivolge ai giovani ricercatori
laureati in biotecnologie che applichino i loro studi all’ematologia strutturando un proprio
progetto originale in laboratori italiani di altissimo livello, la seconda, alla sua seconda edizione, a studenti meritevoli dell’Istituto Tecnico Tecnologico Allievi Sangallo che decidano di proseguire i loro studi nel campo delle biotecnologie.

Sabato 13 gennaio presso la sede dell’Ordine dei medici è stata assegnata la borsa di studio nazionale alla ricercatrice Aurora Civita. La stessa insieme alla vincitrice dell’anno scorso, Giorgia Mancin, entrambe dell’Università di Torino hanno partecipato all’Itt Allievi Sangallo al primo di una serie di incontri dedicati alla ricerca scientifica come prospettiva di studio al termine della scuola superiore, promossi dalla scuola in collaborazione con l’associazione di volontariato Damiano per l’Ematologia.

Per l’occasione è stata presentata anche la borsa di studio locale. Per l’anno scolastico 2023/2024 l’associazione Damiano per Ematologia ha deciso di allargare la platea dei possibili beneficiari e, quindi, di bandirne tre.

Related Articles

Back to top button