Cronaca

Capodanno, otto feriti lievi per i botti: il più grave è un 17enne ternano

Sono otto  complessivamente i feriti per i botti in Umbria di cui il più grave, un 17enne, a Terni che ha subìto l’amputazione della terza falange del dito medio di una mano.  Gli altri feriti si registrano in provincia di Perugia: due nel capoluogo umbro, due a Umbertide e due, toscane, a Città di Castello. Tutti i feriti sono stati medicati al pronto soccorso e poi dimessi. A Perugia è rimasto lievemente ferito, a un polso, anche un bambino di dieci anni, mentre festeggiava in casa. Medicato al pronto soccorso, guarirà in tre giorni. E’ finito al pronto soccorso anche un uomo di 52 anni che ha riportato una lieve ustione a una gamba mentre passeggiava in piazzale Europa a Perugia. Per lui la prognosi è di 5 giorni. Al Pronto soccorso dell’ospedale di Città di Castello, secondo quanto riferisca la Usl Umbria 1,  sono giunti un uomo di 41 anni con piccole lesioni al volto, a una mano e alle gambe per lo scoppio di un petardo: guarirà in 10 giorni,  un uomo di 46 anni, scivolato durante i festeggiamenti, un ragazzo di 20 anni con intossicazione alcolica e una ragazza di 15 anni, sempre per intossicazione alcolica.  Al Pronto soccorso di Umbertide è stato invece medicato un ragazzo di 18 anni con ferite nella parte superiore del volto dovute a frammenti di vetro. La prognosi per lui è di sei giorni.
Una donna di 47 anni ha invece riportato ustioni di primo e secondo grado alla mano destra per scoppio di petardo. Guarirà in meno di una settimana. Sempre a Umbertide anche un bambino di 8 anni è rimasto lievemente ferito alla mano sinistra per lo scoppio di un petardo. Guarirà in 7 giorni.
Sempre per lo scoppio di un petardo, ieri pomeriggio, è stato medicato al Pronto soccorso di Umbertide anche un uomo che presentava ferite lacero-contuse al volto e a due dita della mano destra. Guarirà in dieci giorni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button