AttualitàFatti del giorno

Ast, elezioni delle Rsu: la Fim-Cisl si conferma il primo sindacato

TERNI – Con 743 voti e 9 delegati eletti alla RSU  (7 fra gli operai e 2 fra gli impiegati) la Fim-Cisl si conferma il primo sindacato all’interno di Acciai Speciali Terni.

“Si tratta di un importante risultato ottenuto dalla nostra categoria dei metalmeccanici, la Fim Cisl Umbria, in un momento difficile che ha visto delle grosse novità, prima tra tutti l’acquisizione del sito da parte del cavaliere Arvedi – si legge in una nota della Cisl –  – Il nostro grazie va a chi si è candidato, a chi ha dato fiducia ai nostri delegati e all’impegno profuso negli anni dalla segreteria regionale della Fim Cisl Umbria. Categoria, quella dei metalmeccanici oggi guidata dal segretario Simone Liti, che è sempre stata attenta ai bisogni dei lavoratori e che ha basato il proprio lavoro sulla contrattazione e sul dialogo per tutelare gli operai e gli impiegati di questa realtà produttiva che incide notevolmente sull’economia non solo della città di Terni, ma dell’interno territorio regionale. Con questo risultato – concludono i segretari – si conferma la validità del gioco di squadra”.

“Passiamo da 6 a 7 delegati, aumentiamo di 1 tra gli operai e confermiamo 1 impiegato – commenta Alessandro Rampiconi, segretario generale della Fiom Cgil di Terni – Massimiliano Catini, il nostro coordinatore uscente risulta il più votato in assoluto, con 124 voti per le RSU e 164 voti come RLS. Tra gli impiegati eleggiamo una donna, Anna Rita Marchetti, con 31 preferenze, cosa che non succedeva da molti anni.

“Ora, con questo mandato pieno – aggiunge Rampiconi – siamo pronti a cogliere le sfide che ci si presentano davanti, a partire dal piano industriale della nuova proprietà che verrà dettagliato a partire dal mese di giugno 2021, con la discussione di alcuni nodi che riguardano la riorganizzazione, gli investimenti e la nuova fase caratterizzata dalle transizioni in essere”.

La Fiom Cgil ha ottenuto in totale 526 voti. Gli altri eletti per la Fiom sono Corrado Isidori (57 voti come RSU e 67 come RLS), Emiliano Moscatelli (53 voti come RSU e come RLS), Fabio Cameli (45 voti come RSU), Danilo Tonelli (45 voti come RSU) e Yuri Cricco (31 voti come RSU).

527 voti sono andati alla Uilm che ha eletto 7 delegati,  249 voti alla Fismic che ha eletto 3 delegati e  61 voti alla Ugl che ha eletto 1 delegato.

Complessivamente sono 27 i componenti la Rsu Ast.  Molto ampia la partecipazione al voto se si considera che  oltre il 94% degli aventi diritto ha partecipato alla elezione della nuova Rsu.

Related Articles

Back to top button