Cronaca

Assisi, controlli straordinari nel territorio: raffica di denunce

ASSISI – Controlli e denunce nell’ambito del servizio straordinario, disposto dal comando Compagnia dei Carabinieri di Assisi, ha interessato i comuni di Assisi, Bastia Umbra e Torgiano. I militari hanno controllato 120 persone, due locali pubblici e 102 veicoli. Il servizio ha visto l’impiego di un cospicuo numero di militari e mezzi. Una persona è stata denunciata in stato di libertà per guida sotto l’influenza dell’alcool, patente ritirata e veicolo sequestrato; una persona, per guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti, patente ritirata; una persona, per falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri e omessa esibizione di documenti. Una persona è stata denunciata a piede libero per mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice, in quanto è risultata inottemperante alle prescrizioni della misura coercitiva dell’allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento a meno di 200 metri dalla stessa.
Due pregiudicati di 56 e 48 anni, sono stati denunciati perché sorpresi all’interno di una ditta di marmi di Ospedalicchio di Bastia Umbra dopo aver asportato modica quantità di materiale ferroso. La refurtiva recuperata è stata restituita al proprietario. Proposto per entrambi il rimpatrio con foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Bastia Umbra per la durata di anni tre.
Altro giovane ventenne già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato per furto aggravato, avendo rubato alcuni generi alimentari da un supermercato di Bastia Umbra. Il ragazzo è stato inoltre segnalato alla prefettura di Perugia per detenzione personale di sostanze stupefacenti poiché aveva con sé una modica quantità di eroina e hashish destinata all’uso personale. Anche in questo caso la refurtiva è stata restituita al proprietario. Inoltre sono state controllate 11 persone sottoposte a misure di prevenzione e sicurezza.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button