AttualitàFatti del giorno

Asm: Acea nuovo partner industriale, l’ingresso in due step

TERNI – Acea sarà nuovo partner industriale di Asm. L’unica offerta vincolante infatti è la sua. L’annuncio è arrivato nella giornata in cui è presentato il bilancio sostenibile.

Ringrazio il presidente dell’Asm Mirko Menecali e il consiglio d’amministrazione per la predisposizione di questo primo  bilancio di sostenibilità di Asm: una dimostrazione di come l’azienda intenda procedere verso il futuro, restando attenta non solo alle questioni economiche, ma anche a quelle ambientali e sociali. L’obiettivo di Asm non è solo fare utili, ma sviluppare contemporaneamente innovazione, con ricadute sociali positive sul territorio”. Lo ha detto il sindaco Leonardo Latini prendendo parte stamattina alla conferenza stampa di presentazione del nuovo bilancio di sostenibilità dell’ASM, insieme all’assessore Orlando Masselli. Per l’Asm hanno partecipato il presidente Menecali e il consigliere Franco Diomedi.  

Il presidente Mirko Menecali, presentando il bilancio di sostenibilità, ha ribadito che Asm, con i suoi circa 400 dipendenti e con la collaborazione di più di 120 ditte locali, “è stata finora e sarà un’azienda che mette al centro lo sviluppo economico del territorio”.
Focus particolare sul bilancio economico dell’azienda, con gli amministratori che hanno ricordato come il debito di Asm ereditato daI nuovo cda di Asm nel 2018 fosse di ben 127 milioni di euro, mentre oggi il debito è sceso a 95 milioni e l’Asm è tornata a fare utili.
Allo stesso tempo – come ha sottolineato il presidente Menecali – grande cura è stata riservata agli aspetti di sostenibilità ambientale e sociale. Per questo nel primo bilancio di sostenibilità di ASM c’è spazio per le azioni rivolte all’economia circolare, all’ambiente e all’impatto sociale.
“L’obiettivo di fondo è passare da semplice multiutility ad azienda green, ovvero ad azienda etica; migliorare la qualità della vita dei nostri clienti, dei cittadini e delle persone, pensando al futuro del territorio e alle nuove generazioni. Promuoviamo così la crescita sostenibile del territorio guidandone la transizione energetica, quella green e in generale i temi di economia circolare”.
In particolare Menecali ha sottolineato le attività di Asm in campo energetico, con  la produzione di energia da fonti rinnovabili grazie alla centrale di Alviano (oltre 10milioni di KW nel 2021) e agli impianti fotovoltaici; i 135mila abitanti coperti dal servizio di raccolta e trattamento dei rifiuti, con l’obiettivo del 75,4% di differenziata già raggiunto; le nuove Fontane di Acqua per l’erogazione di acqua liscia, frizzante e leggermente frizzante che hanno consentito un risparmio di 21 tonnellate di bottiglie di plastica nel 2021; il laboratorio di ricerca con RSE sull’energia sostenibile; l’attenzione alla gestione delle risorse energetiche e idriche per lo svolgimento delle proprie attività; la lotta alla corruzione e la valorizzazione delle risorse umane dell’azienda, oltre che della catena di fornitura”.
Per quel che riguarda le politiche del personale “per il raggiungimento degli obiettivi di qualità ASM ha continuato a perseguire una politica espansiva del personale, andando ad aumentare il totale complessivo degli occupati di 14 unità, passati dai 380 del 2017 ai 394 del 2021”

IL NUOVO PARTNER

E oggi si è svolto anche l’incontro presso Asm Terni Spa fra direzione aziendale, Comune di Terni, organizzazioni Sindacali regionali e provinciali, di categoria  ed Rsu di Cgil, Cisl, Uil e Ugl per l’aggiornamento relativo alla procedura ad evidenza pubblica per l’individuazione di un partner industriale.

La direzione aziendale ed il Comune di Terni, hanno sottolineato che tale procedura ha l’obiettivo di rafforzare Asm in quanto ad oggi non avrebbe i requisiti necessari per accedere alle gare concessione e gestione dei servizi pubblici essenziali.

La direzione aziendale ha annunciato, che ad oggi, il soggetto che ha presentato offerta vincolante in possesso dei requisiti richiesti è Acea.

E’ stato ribadito che il Comune conserverà almeno il 51% delle quote societarie di Asm Terni Spa.

Acea entrerà in Asm in due tranche con apporti di capitali ed asset; la prima prevede un apporto pari al 37% (rappresentato dalle quote di Acea nelle società Ferrocart e Umbria due) ; la seconda tranche prevede ulteriori acquisizioni di quote che aumenteranno il valore patrimoniale apportato da Acea all’interno di Asm fra il 41 e 49% complessivo.

Quanto sopra detto avrà attuazione dopo l’approvazione del Consiglio Comunale.

Come Organizzazioni Sindacali abbiamo ribadito l’esigenza di accompagnare questo percorso con un dialogo e confronto reciproco caratterizzato da informazioni certe e trasparenti.

Inoltre le organizzazioni sindacali hanno esplicitamente chiesto che nel caso in cui il Consiglio Comunale si  esprimesse positivamente di convocare un incontro sindacale per affrontare in modo approfondito i seguenti temi:

  1. Nuovo profilo societario di Asm;
  2. Piano industriale;
  3. Piano occupazionale e stabilizzazioni;
  4. Qualità dei servizi utili erogati e relative tariffe.

I quattro punti sopra indicati rappresentano per le organizzazioni sindacali gli impegni fondamentali attraverso i quali si riservano di esprimere una valutazione complessiva sull’operazione in corso.’

Ribadiamo che gli obiettivi principali sono il mantenimento del profilo pubblico di Asm, tutela e sviluppo occupazionale e qualità ed efficienza nell’erogazione dei servizi.

Related Articles

Back to top button