AttualitàFatti del giorno

Agriumbria, inaugurata la 53esiam edizione, in fiera oltre 430 espositori

Ci sono tutti i protagonisti della comparto agrozootecnico italiano al taglio del nastro di Agriumbria 53, di scena all’Umbriafiere di Bastia fino a domenica 3 aprile. La politica, a tutti i livelli, le associazioni di categoria, gli industriali, con i costruttori di macchine agricole, il sistema allevatori italiano, le altre fiere di settore, i rappresentanti di tutte le filiere e il mondo accademico e scientifico con il Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università degli Studi di Perugia. Presenze e personalità che danno il senso dell’importanza raggiunta dalla kermesse, che in questo 2022 riparte nel suo periodo tradizionale.

Ad aprire l’edizione del rilancio della fiera dell’agricoltura, della zootecnia e dell’alimentazione, in programma fino a questa domenica, è stato Lazzaro Bogliari, presidente di Umbriafiere, che ha sottolineato il valore strategico di questa fiera per l’economia umbra e il suo ruolo nel panorama nazionale e ha ringraziato gli oltre 430 espositori.

All’inaugurazione è intervento il Sottosegretario MIPAAF, Senatore Francesco Battistoni, che ha sottolineato il valore del settore primario e il suo ruolo fondamentale sia nei momenti di crisi, che abbiamo vissuto con l’emergenza Covid, sia in quelli che stiamo vivendo a causa del conflitto in Ucraina. “La mia presenza in questa che è considerata una delle grandi fiere italiane vuole sottolineare la vicinanza e il lavoro del Governo per sostenere l’economia agricola nazionale”.

La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei ha spiegato: “Qui ci sono i custodi della nostra Umbria e della nostra Italia. Gli agricoltori e gli allevatori sono il nostro presidio di futuro, di speranza concreta contro la desertificazione di alcuni territori. Un patrimonio di eccellenze che rappresenta valore identitario per la nostra regione e che con le nostre politiche regionali continueremo a valorizzare”. La Presidente ha poi parlato del futuro del centro fieristico regionale, annunciando progetti di sviluppo dell’Umbriafiere “Stiamo seguendo concretamente – ha concluso – la programmazione degli interventi necessari per rilanciare il Centro fiere di Bastia” 

Roberto Morroni, Assessore alle Politiche Agricole Regione Umbria ha parlato del ruolo strategico del settore primario in un momento di incertezze generali ed ha sottolineato la programmazione regionale in un ottica di sostegno alla sostenibilità in agricoltura, alle produzioni di qualità e alla multifunzionalità delle imprese agricole. Paola Lungarotti, sindaca di Bastia Umbra, ha parlato dell’entusiasmo necessario che manifestazioni di questo rilievo portano agli operatori e a noi umbri. All’inaugurazione è intervenuto anche Giorgio Mencaroni, che ha ribadito la necessità di puntare su un nuovo sviluppo del centro fieristico in un ottica di hub per l’economia umbra. Assegnato, dopo l’inaugurazione, il Premio Antonio Ricci 2020. La migliore tesi é di Lorenzo Torelli sulla sostenibilità nella produzione bio del pomodoro. Premio giornalistico va alla redazione dell’Ansa di Perugia, ha ritirato Claudio Sebastiani.

Related Articles

Back to top button