AttualitàFatti del giorno

Viadotto Montoro, “Presto affidati i lavori che saranno completati in pochi mesi”

Anas rassicura le istituzioni locali

TERNI – “A seguito delle prime immediate interlocuzioni con l’amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini, che ringraziamo per la disponibilità nell’aver prontamente accolto le richieste del viceministro Giancarlo Cancelleri, emerge che c’è già il contratto quadro per l’affidamento dei lavori per il rifacimento del viadotto Montoro”. A dirlo è il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Narni, Luca Tramini, dopo l’incontro di giovedì pomeriggio a Roma in cui era presente con il sindaco di Narni, Francesco de Rebotti.

“Anche sul fronte Anas – proseguono – abbiamo avuto conferma che il nuovo ponte sarà realizzato nel giro di pochi mesi, mentre si sta lavorando da subito per risolvere il problema del congestionamento del traffico di mezzi pesanti e leggeri nei comuni limitrofi a quello di Narni, come richiesto dallo stesso sindaco De Rebotti, anche attraverso la realizzazione di segnaletiche emergenziali e il potenziamento della segnaletica interna, per aumentare la sicurezza del traffico leggero, oltre nuovi presidi per far defluire il traffico a Orte e Orvieto. E’ allo studio – concludono – un ulteriore varco a Magliano Sabina”.

I consiglieri dicono di “aver appreso con favore che la vicenda è già all’attenzione e allo studio del Ministero e che, a partire dal prossimo incontro di lunedì, la ministra stessa concorderà d’intesa con Anas, Regione ed enti locali, il primo piano di azioni utili ad affrontare questa criticità con l’obiettivo di risolverla entro pochi mesi, così da ripristinare uno snodo strategico per l’Umbria che ha evidenti ripercussioni anche sugli assi strategici viari dell’Italia Centrale”.

“Ci siamo sentiti in dovere di rappresentare al Ministro – dichiarano – oltre alla necessità di mettere in campo tutte soluzioni tecniche e gestionali utili a garantire che le opere di messa in sicurezza del viadotto siano compiute con la massima rapidità, anche l’urgenza di assumere dei provvedimenti che permettano di assicurare il decongestionamento del traffico che si è venuto a creare nella zona di Narni Scalo, insieme a nuovi percorsi alternativi che garantiscano la mobilità dei mezzi pesanti, specie in direzione Civitavecchia, al fine di tutelare il tessuto produttivo ternano
già fortemente provato dalle conseguenze dell’epidemia Covid e da vertenze industriali importanti come quella di Ast”.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close
Close