AttualitàFatti del giorno

San Valentino: 110 coppie di fidanzati si promettono amore

TERNI – Oggi si è rinnovata la tradizione con la festa della promessa. Centodieci coppie di fidanzati, provenienti da tutta Italia, che si sposeranno entro l’anno, si sono scambiati la promessa nella basilica di San Valentino nel corso di una solenne celebrazione presieduta dal vescovo Giuseppe Piemontese.

Oltre ai tanti ternani, ha partecipato alla celebrazione una coppia americana proveniente dalla Pennsylvania, e nutrita rappresentanza di coppie provenienti da ogni parte d’Italia: Reggio Calabria, Foggia, L’Aquila, Napoli, Pescara, Torino, Roma e provincia, Viterbo, Perugia, dalla Puglia, Campania, Toscana.

Belle e particolari sono le storie delle tantissime coppie, più o meno giovani, che sentono di legare la loro promessa di amore a san Valentino, e particolare il fatto che molti uomini abbiano preso l’iniziativa di partecipare per fare una sorpresa e un regalo alla propria compagna e coppie che hanno fatto la promessa insieme ai loro figli in tenera età.


“La promessa di matrimonio, che vi scambiate oggi, in una condivisione di sentimenti e di propositi, insieme ad altre coppie di giovani, sulla tomba di san Valentino, patrono degli innamorati – ha detto il vescovo nell’omelia – non vuole essere solo un momento romantico nella storia del vostro amore, ma un punto fermo, una sorgente  da cui dovete far scaturire l’orientamento del vostro amore e la pienezza della vostra felicità.

Nessuno vi ha obbligati ad essere qui, oggi: voi stessi avete pianificato il viaggio, anzi il pellegrinaggio alla tomba del santo patrono degli innamorati per pronunziare una promessa scambievole, chiamando a testimone, oltre che San Valentino, questa comunità cristiana e lo stesso vescovo, successore di san Valentino. Noi siamo felici di accogliervi, ammirati del vostro incedere, curiosi di ascoltare le vostre parole e decisi a sostenervi nei vostri propositi”.

“Io credo che voi fidanzati, che attraversate l’esperienza fresca, giovane, direi primaverile dell’amore siate in grado più di ogni altro di comprendere le parole di Gesù – ha aggiunto il vescovo – Il vero amore è un sentimento, un rapporto unico, incondizionato, definitivo, totale. L’adulterio si oppone al vero amore, né è la dichiarazione palese della sua fragilità o inconsistenza e la sua distruzione. Nelle parole di Gesù emerge la preoccupazione di Dio per la verità, la pienezza, la durevolezza del vostro amore, causa e fonte di felicità”.

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close