Cronaca

Perugia, 21enne ridotta in schiavitù e costretta a prostituirsi: un arresto

PERUGIA – E’ stata reclutata con la promessa di un lavoro che avrebbe permesso alla famiglia rimasta in Africa di vivere. Una promessa che, giunta in Italia, si è rivelata falsa. La ragazza, una nigeriana di 21 anni, doveva restituire 35mila euro a chi aveva favorito il suo viaggio in Italia, prostituendosi a Pian di Massiano. Dopo diversi mesi di violenze e abusi ha trovato il coraggio di fuggire e denunciare tutto alle forze dell’ordine.

I carabinieri della compagnia di Perugia hanno così arrestato un nigeriano di 33 anni, già da tempo in Italia con regolare permesso di soggiorno, disoccupato con precedenti di polizia specifici, per i reati di tratta di esseri umani, riduzione e mantenimento in schiavitù, sfruttamento della prostituzione e violazione delle norme sull’immigrazione. Al vaglio della magistratura anche un’accusa di violenza sessuale. Insieme a lui sono finite nei guai anche due nigeriane di 28 e 29 anni, denunciate per favoreggiamento della permanenza su territorio italiano.

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close