CronacaFatti del giorno

Morto dopo la rissa: disposti gli arresti domiciliari per i tre giovani

PERUGIA – Convalidati gli arresti dei tre giovani accusati di omicidio preterintenzionale e rissa per la morte di Filippo Limini, avvenuta la notte di ferragosto nei pressi di un locale di Bastia Umbra.

Lo ha deciso il gip di Perugia che ha concesso loro gli arresti domiciliari.

Secondo il giudice, Natalia Giubilei, “sussistano i gravi indizi di colpevolezza” nei confronti dei tre, arrestati dai carabinieri della compagnia di Assisi ma “le esigenze cautelari possano essere soddisfatte con la misura meno afflittiva degli arresti domiciliari”.

Nell’udienza di convalida di ieri i tre hanno fornito la loro versione dei fatti. Avrebbero raccontati di essersi trovati accerchiati e in inferiorità numerica.

Dall’autopsia sul corpo del 25enne spoletino arriveranno nuovi elementi per chiarire l’esatta causa del decesso: se Filippo Limini sia stato ucciso dall’auto in retromarcia guidata dal più giovane dei tre arrestati o se fosse già morto per le percosse.

Related Articles

Back to top button