Attualità

Il viadotto di Toano perde i pezzi, l’assessore Melasecche scrive ad Anas

TERNI – Il viadotto di Toano, lungo il raccordo Terni-Orte, perde i pezzi. Alcuni blocchi di calcestruzzo si sono distaccati e sono caduti. La denuncia viene da alcuni residenti della zona.

Il fatto è avvenuto venerdì scorso. L’assessore ai Lavori Pubblici, Enrico Melasecche, ha scritto una lettera ad Anas.

“Giungono a questa amministrazione numerose segnalazioni ed interrogazioni da parte della cittadinanza volte ad ottenere rassicurazioni sull’efficienza statica di importanti opere infrastrutturali di vostra competenza che attraversano il territorio comunale – scrive l’assessore Melasecche – In particolare desta preoccupazione lo stato manutentivo del viadotto sulla Ss 675 in corrispondenza della zona di Toano da cui, nella giornata di venerdì scorso, si sono distaccati pezzi significativi di calcestruzzo di copriferro.

Considerato che tali cadute, già verificatesi in passato, continuano a ripetersi, che l’importante infrastruttura sovrasta a diversi metri di altezza zone abitate ed intensamente frequentate e che i distacchi rivelano evidenti e diffusi fenomeni ossidativi a carico delle barre d’armatura del cemento armato della struttura, questo Comune, nell’adempimento dei propri doveri di vigilanza e controllo sul territorio comunale, chiede di inviare con estrema urgenza una nota di conferma della sicurezza statica dell’infrastruttura in questione, non solo nei confronti di fenomeni di collasso generalizzato ma anche riguardo a distacchi parziali o solo corticali che, considerata l’altezza del viadotto e la sua ubicazione, possono in ogni caso cagionare gravi danni alla cittadinanza.

Si richiede altresì di attivare immediatamente – continua Melasecche – azioni di controllo sistematico e/o interventi manutentivi sull’infrastruttura che ne assicurino la piena sicurezza e, qualora tali iniziative fossero già state poste in essere, di conoscerne formalmente i risultati”.

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close