AttualitàFatti del giorno

Covid, in Umbria le varianti “stanno sostituendo” il ceppo originario. La brasiliana è prevalente

Su 77 campioni analizzati 63 sono causati da varianti di cui 41 dalla brasiliana e 22 da quella inglese. Lo ha confermato l’Istituto superiore di Sanità che nel fine settimana dovrebbe inviare alla Regione Umbria i risultati anche di altri 114 tamponi.

“Ci troviamo di fronte ad una incidenza delle varianti molto significativa che evidenzia come queste stiano sostituendo il ceppo originario”: ha commentato il direttore della Salute della Regione Umbria, Claudio Dario, durante la conferenza stampa settimanale relativa all’andamento della pandemia.

“Dagli studi dei cluster e del sequenziamento – ha spiegato il commissario per l’emergenza Covid Massimo D’Angelo – si stanno cercando di fare tutti gli accertamenti e le mappature per ritrovare l’origine delle due varianti in Umbria. Rispetto al virus iniziale è ora più complesso risalire al cosiddetto ” paziente zero” per le due varianti”.

Related Articles

Back to top button