AttualitàFatti del giorno

Ast: proclamate due ore di sciopero a fine turno per venerdì e sabato

TERNI- Due ore di sciopero sono state proclamate dai Fim, Fiom, Uil, Fismic, Ugl, Usb e rsu all’Ast a fine di tutti i turni per venerdì 2 ottobre e due ore a fine del terzo turno di sabato 3 ottobre per la 4 sqquadra. “Alla vigilia della scadenza dell’accordo ponte sottoscritto al Mise per Ast e in assenza di concrete e definite garanzie per il futuro – scrivono i sindacati – l’Azienda in modo unilaterale sta avviando un evidente e inaccettabile piano di riorganizzazione e in particolar modo di esternalizzazioni e ristrutturazioni.

Tale processo è stato avviato in modo scellerato nell’area dei Servizi Centrali – proseguono i sindacati dei metalmeccanici – dove attraverso il taglio di postazioni di lavoro si stanno penalizzando fortemente i lavoratori sociali e si stanno precostituendo le condizioni per far venir meno il carattere di importanza e di strategicità di enti da sempre funzionali e determinanti per la produzione.

Inoltre, la mancanza di serietà, di correttezza nei metodi e di chiarezza nei criteri, evidenzia un atteggiamento aziendale che non è minimamente volto al miglioramento, alla valorizzazione e alla prospettiva, ma bensì all’approssimazione, alla mala gestione e all’assoluta mancanza di rispetto nei confronti di chi quotidianamente lavora e da molti anni contribuisce con sacrificio ai risultati.

L’arroganza che in diverse circostanze l’azienda manifesta, per quanto ci riguarda – prosegue la nota dei sindacati – si traduce esclusivamente in perdita di posti di lavoro, come avvenuto e più volte denunciato per i lavoratori somministrati, in perdita di professionalità e ovviamente in un peggioramento delle condizioni di sicurezza di tutti i lavoratori.

L’attuale basso livello delle relazioni e dei rapporti sindacali e industriali, in assenza di un immediato ed evidente cambio di passo, darà inevitabilmente il via a un autunno caldo all’insegna delle mobilitazioni e dello scontro”.

Related Articles

Back to top button